Premio Nazionale
"I profumi di Boboli" 2016
prima edizione
Biblioteca delle Oblate - Firenze Sulla scia del profumo di Boboli... un Premio Nazionale per i creatori di fragranze

Si è chiuso il 30 novembre scorso il termine per la presentazione della domanda di partecipazione al Premio nazionale I profumi di Boboli come previsto dal bando.

La valutazione degli elaborati, è affidata ad una Giuria composta da 10 membri: 5 tecnici esperti del settore, 5 consumatori di target diversificato - presieduta dal Dott. Giovanni Di Massimo, Maestro profumiere, titolare delle Antiche Profumerie Palazzo Vecchio - Profumi di Firenze - che si riunirà il 25 febbraio 2017 alle ore 9.00 nella Sala Consiliare di Villa Arrivabene, sede istituzionale del Quartiere 2 del Comune di Firenze.
Al termine della selezione e della valutazione viene convocata la Conferenza Stampa di comunicazione del vincitore e annuncio del tema del Premio 2017.
Alle 17.30 dello stesso giorno avrà luogo presso la Biblioteca monumentale delle Oblate (Firenze, Via dell'Oriuolo, 24) l'evento di premiazione alla presenza della Giuria al gran completo, con la performance di Simon Kostner.

Il Premio è riservato ad artigiani profumieri e giovani talenti olfattivi con lo scopo di favorire lo sviluppo di nuovi processi e prodotti eco-sostenibili e consapevoli, promuovendo una maggiore sensibilità verso le tematiche ambientali anche da parte dei creatori di profumo e degli aspiranti tali ed incentivando la realizzazione di prodotti di origine naturale certificata.

Si tratta di una opportunità che, saputa cogliere, permette a tutti gli interessati di mettersi in gioco sia sotto il profilo di un'aspirazione realizzata che sotto quello di un possibile percorso formativo e professionale.
La scelta 2016 "fragranze di fieno" è stata dettata dal desiderio del Comitato Scientifico dell'Associazione di creare, anche attraverso l'emozione di una fragranza, una specie di contaminazione in grado di offrire la medesima chiave di lettura di due contesti tanto diversificati quanto complementari e preziosi: la città di Firenze e la cultura ladina che nella fragranza del fieno trova un fattore della sua identità.